Quel che non vedo

Nel buio, senza un volto.
Un lieve tocco sulla pelle
e sensazioni che riconosco,
mappa di una terra conosciuta
sullo sfondo dei respiri.
Non serve neppure quella falce di luna,
che miete sogni come grano maturo
e forse placa quell’inquietudine dell’animo.
A mani tese, con fiducia,
guidato da sensi limitati,
a volte con sensazioni ruvide di pitture che si staccano,
altre volte sfuggenti come fiamme che si spengono.
Reciproca assistenza,
perchè la solitudine è una catena lunga
che imprime cicatrici dove lega.
Cerco il buio per trovare un’orma sulla strada,
ora che tutto appare così difficile,
come far cadere il tempo in una trappola.
Sfioro labbra tiepide con un bacio
ed il tuo risveglio mi riporta alla sorgente della vita.
.
..

….

Annunci

One thought on “Quel che non vedo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...