Alba urbana

L’odore del caffè nella cucina
invade la solitudine del primo mattino.
I rumori del traffico sono bassi
e penetrano debolmente le mura,
lasciando in pace sbadigli e pensieri.
Fioca la luce dell’alba che rischiara la strada
e la rugiada fa mostra di sé
su auto e giardini.
Il primo freddo d’autunno,
le mani che stringono forte il calore di una tazza,
ed il respiro si allunga
ed indugia su ricordi e promesse.
Una mattina come tante,
come se ogni giorno fosse lo stesso
e lo fossi anche tu. Che dolce bugia!
L’orologio sul muro è insolente.
La sedia vuota
e l’ombrello rimane accanto alla porta.
Oggì non pioverà, almeno lo speri.
.
..

….

Annunci

5 thoughts on “Alba urbana

  1. L’orologio è sempre insolente….per questo ho smesso di portarlo, almeno guardo l’ora solo quando ne ho strettamente bisogno…..le tue poesie sono sempre piene di consapevolezza, nostalgia e tenerezza, è sempre bello leggerti, buona giornata.

    ________________________________

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...