Altra vita

Poeticamente sconnesso.
Vagano i sogni come vacche al pascolo,
pesanti, nei prati fioriti,
lasciando impronte profonde dove c’è fango.
Muggiti nell’aria tersa
ed orecchie tese di scontrosi cani guardiano.
Risvegli ad alta quota,
dove il cielo si rispecchia nell’acqua cristallina
e pulisce gli occhi dall’abitudine e dai foschi pensieri.
Ogni respiro è un anestetico naturale
che lenisce i sottili dolori dell’anima.
Una cura che non ha dosi, né tempi di somministrazione.
Poeticamente sconnesso,
come un sentiero battuto da generazioni,
eroso dall’acqua e dal gelo,
seccato dal sole e dal sacrificio.
E che dire di quel passo dolente verso un’improbabile cima
con la sorpresa di giungerci ancora?
Laggiù, nel fondovalle, scivola dentro un torrente
una vita diversa, forse,
ma non è più la mia.
.
..

….

Annunci

2 thoughts on “Altra vita

  1. La vita scorre dentro un’aria campestre, la primavera porterà nuovi germogli e non sarà vana l’attesa. Ti auguro sempre il meglio!
    Un caro abbraccio da Affy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...