L’altalena

Appesi ad un filo,
alcuni come marionette con quel sorriso strappato di rosso,
altri come scalatori temerari su una parete verticale.
Appesi ad un sogno tra le onde della realtà,
inconsapevoli della spinta che arriva dal vento del tempo
e che si esaurisce e lascia la terra a chi viene dopo.
Incuranti di un miracolo che si rinnova ad ogni respiro,
fino a quando il respiro manca
e non senti la voce che tanto hai amato, ma mai abbastanza.
Vorrei rimanere sveglio per non dimenticarlo mai,
in questo nostro frenetico correre appresso al niente,
mentre quel nostro incoerente cercare dovrebbe recare valore.
Oggi l’azzurro è il colore che riempie lo sguardo,
se lo alziamo dai nostri bisbigli ed umori.
L’aria è frizzante ed il calore di un raggio di sole accarezza dolcemente la pelle.
Appesi ad un filo,
dondolo,
come quel bimbo di tanti anni fa

che voleva volare sempre più in alto,
forte vedetta della propria innocenza.
.
..

….

Annunci

2 thoughts on “L’altalena

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...