D’incanto

Sulla riva della notte,
in attesa di un tappeto di colori
che figura lentamente oltre il monte.
Il passero incita alla vita
tra le nuove fragili gemme
che si aprono.
Lo sbadiglio di nuova primavera,
di esili fili d’erba che cercano posto
tra le foglie vecchie dell’autunno.
Aspetto che questa carezza
sollevi la brina stesa sopra i prati,
scopra il delicato profumo delle viole,
mentre alberelli da frutto in fiore
aprono le braccia verso il cielo,
come una preghiera.
Sulle cime illuminate
spazia lo sguardo sui nevai,
dove regna ancora il ghiaccio
e forse ancora le mie impronte
non coperte da altra neve.
Il freddo del mattino non disturba,
sebbene scalza i sogni.
Ma non ne ho più bisogna stamattina,
ora che il sole a preso posto
e c’è pace dentro me,
anche per te.
.
..

….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...