Mi ritorni in mente

Aspettando un treno
che non passa mai.
Sotto una pioggerella fine,
impalpabile come il tuo umore,
in una giornata fosca e grigia,
come pensieri accartocciati in vecchi fogli di giornale.
Sono lucidi i binari
che si perdono in lontananza,
come i tuoi occhi chiari
contornati da un filo nero
che ora sbava,
come la tua vita.
La nebbiolina s’infittisce
ed i rumori diventano indefiniti.
Ci sono passi che non incontrerai mai,
voci basse che si confondono al ronzio di fondo,
e poi quell’urlo dentro l’animo
che rimbomba fino nella testa,
senza fine.
L’altoparlante annuncia il prossimo arrivo,
forse quel treno che non passa mai.
Ti alzi e te ne torni a casa.
Rimane quel messaggio che chiede perdono:
“ho bisogno di te”.
Un binario vuoto ed un semaforo rosso.
Ma non è la tua via.
Ti incammini,
voltando le spalle al tuo passato.
.
..

….

Annunci

3 thoughts on “Mi ritorni in mente

  1. Il treno passerà

    Sei lì, in attesa, in piedi o seduta, o
    importa poco.
    Alle tue spalle sta arrivando il treno,
    forse incurante
    di te e del mondo, il pensiero indugia,
    sfreccia.
    Tutti, a uno a uno, aspettano un treno.
    Il treno arriva e nessuno lo vede.

    Sono clamorosi i treni in arrivo.
    Accade che il treno sia di un altro mondo.
    Nessuno ci sale. Il treno comunque
    giunge, a raccogliere acqua tra le mani,
    ma quelli che hanno la gola secca, spesso,
    per un motivo o l’altro, anche quando
    pare che motivi non ce ne siano,
    nessuno ci sale. Nonostante passi,

    il treno è stracolmo, solo posti in piedi.
    Il treno arriva, non scende e non sale nessuno.
    Una disdetta. Sul treno ci sono solo anime.
    La cosa strana risulta la cabina: è priva
    del guidatore. E di guida automatica.
    Passano i treni e i paesaggi.
    Lì, alla fermata, si aspetta
    una e due vite intere. Niente.

    E’ una cosa di orari sbagliati.
    E lo sguardo raccolto nel vuoto della riflessione.
    Del mondo, di noi, di te …
    Del treno che freddo e sudato si allontana.
    Nell’attesa,
    Un andirivieni fermo.
    Passerà.
    Il treno passerà.

  2. Nun c’ è bbisoggnjo de vedè si ariva er treno
    che pjeni d’ ansja aspettamjo a la stazzjone,
    la vita score …. e score senza er freno,
    lascjannoce de sè uno spezzone ! 😦
    Bbojaccja vita … tempo bboja e infame
    ce resta sempre poco de la ggjoja,
    paremjo ‘n ramo che inverde e poi se spoja,
    o uno che si maggnja … ha sempre fame !
    Allora, @Spazzjo, semjo condannati
    a score’ er mare come li pirati,
    a fende’ l’ onda senza vele ar vento
    e a sentì vano er nostro sentimento ???
    Io nun lo credo … e nun lo credi Tu
    si guardi … intenerenno accanto ar foco,
    quelle montagne tue bbelle llassù
    in quer silenzjo che nun è mai fjoco !
    Ce brucja drento e scalla ‘n’ emozzjone,
    amico @Spazzjo … che nun è invenzzjone,
    si l’ anima se sveja …. è bbello er gjoco !!!

    BUON NATALE, @Spaziocorrente …
    un abbraccio grande e forte
    per te, amico impareggiabile ….
    e per chi ami con tanta tenerezza !!!

  3. transit: grazie per il tuo scritto.
    Serene giornate di festa a te.

    cavaliereerrante: nel leggere quanto hai scritto, non so perchè, ma mi è tornato in mente il grande Alberto Sordi. Me lo sono immaginato mentre bonariamente mi diceva queste cose.
    Ti ringrazio.
    Nulla è mai vano quando l’uomo crede in se stesso ed al bene che può fare.
    Io ci credo!
    Buon Natale a te e serene feste, con la pace nel cuore.
    Un augurio sincero a te ed ai tuoi cari.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...