Quel che sappiamo

Immerso nel silenzio della notte indago il mio animo. Niente di eccezionale, sono un pò di tempo rubato alla voracità di una vita normale in un mondo di pazzi. Oggi la pioggia è scesa copiosa e le gocce hanno disegnato lunghe tracce sul vetro. Per caso le hai viste anche tu? Hai notato i riflessi nelle pozzanghere? Ed il pianto degli alberi che giorno per giorno cedono i colori alla terra? Stasera la luna fa capolino tra le nuvole e rende visibile ciò che a prima vista sembra nascosto. Molte volte mi sento un cieco che cammina a tentoni, inciampa e sbatte il naso contro le porte. Tutto di fretta, tutto in scadenza, tutto normale. Poi, ecco che un lampo di luce rischiara quella nebbia che avvolge i pensieri e rende umide e opache le nostre emozioni. Un pò come l’aria fresca che risana i polmoni dopo un pomeriggio passato nel traffico della città. Ma quanto tempo viviamo in apnea?
Ci dicono che quel che conta è possedere, accumulare, difendere, ma non ci dicono che la cosa importante è già dentro di noi e non si può perdere, semmai condividere. Ci dicono che ci manca qualcosa, che bisogna continuamente cercare, comprare, trovare, cambiare. Eppure in qualche magico istante comprendiamo che è già tutto qua, che non serve nient’altro per questo fermo immagine di eternità. Ed è proprio quel cogliere l’attimo e viverlo completamente, appassionatamente, che ci può dare serenità. E’ proprio quel sapere di sapere anche se non si sa spiegare!
Insomma, in questo silenzio che lascia spazio al calore di un fuoco che lentamente si spegne, non ho più motivo di indagare, ma lascio fluire ciò che deve perdersi, mentre lascio spazio nel cuore a ciò che è destinato a rimanere… e sa semplicemente d’amore.
Notte serena a chi ha un sogno da cullare nell’animo e per chi non ce l’ha, che sia la notte a donare la quiete per ritrovare un sorriso.
.
..

….

Annunci

4 thoughts on “Quel che sappiamo

  1. grazie di questo post…abbiamo veramente tutti bisogno di fermarci e di godere di ciò che c’è “qui e ora”,respirando semplicemente ed essere grati perchè possiamo farlo ed è cosi’ rilassante sapere che non c’è nessun posto da dover raggiungere per assaporare la vita ma che tutto è in noi …come diceva Gibran “nella rugiada delle piccole cose il cuore ritrova il suo mattino e si ristora”peccato che ce lo dimentichiamo!buona domenica Giò

  2. Grazie a te.
    E’ meravigliosa quella sensazione di assaporare la vita ed accorgersi che tutto è con te, in quel preciso istante, niente di più e niente di meno.
    Serena domenica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...