Cosa hai imparato oggi?

Da bambini non c’era bisogno di porsi questa domanda, perchè i genitori, i maestri od i nostri stessi compagni la chiedevano ogni giorno. Crescendo, la domanda ci è stata rivolta sempre più raramente, come se fosse scontato che ogni giorno sapevamo un poco di più, fino a quando non abbiamo più risposto ed abbiamo cominciato noi a farla agli altri.
Se la si legge è una piccola e semplice domanda, anche se va letta piano, lentamente:
cosa hai imparato oggi?
Ad usare il tuo nuovo cellulare, a capire che al mondo non si muore solo di fame ma anche di indifferenza, che l’universo si sta espandendo a velocità sempre maggiore, che le parole non sempre racchiudono la bellezza e la verità che affermano, che la tua potente macchina ha un sistema di sicurezza innovativo che non ti è servito schiantandoti contro un palo, che non tutto il cibo che ingoi ti fa vivere, che è possibile sedersi insieme con un televisore spento accanto, che il tuo vicino di casa sempre sorridente studia filosofia, che si può essere più felici pur consapevoli che non tutti lo sono e non tutti lo saranno?

Tante risposte con la speranza che ognuno ne abbia una da dare. Per tutti quegli uomini che nella loro ricchezza hanno la possibilità di chiederselo e, come sempre, ci sarà chi farà finta di non sentire o di non capire, e chi, con doloroso silenzio, non avrà il tempo, ne la voglia di chiederselo, perchè l’unica risposta sarebbe “oggi ho imparato, come ieri, a sopravvivere a tanta violenza”. Per chi invece “lavora” e crede in un oggi ed un domani migliore, al calar della sera troverà un momento in cui fermarsi e chiedersi “cosa ho imparato oggi?”. E sicuramente, come acqua che sgorga dalla sorgente, usciranno sincere parole dalla sua bocca. Nel caso non avesse una risposta certa, non sarà affranto, si rimboccherà le maniche per far si che ogni giorno sia fatto con un piccolo passo verso il bene di tutti, non solo del suo.
… e solo imparando si trovano nuove vie, anche solo osservando ad occhi bene aperti il libro della vita.

Annunci

6 thoughts on “Cosa hai imparato oggi?

  1. Educazione permanente, dunque; anzi, autoformazione permanente: osservazione – pensiero – azione – …e vissero felici e contenti.
    P.S. Della serie “Come ti schematizzo una filosofia di vita”. Avrò sciupato il pensiero che la ispira e le buone azioni che la permeano? Chissà!

  2. Finchè c’è qualcosa da imparare c’è crescita e finchè si cresce si vive, non ci si ferma, anche quando si sta “solo” guardando “ad occhi bene aperti il libro della vita”.

    Certo domandarselo aiuta e stimola la ricerca e la riflessione interiore.
    Insomma, abbiamo di che pensare…ed imparare. Sempre.
    Buona Epifania!

  3. Certo, Elle, sei un’ottima interprete del Romaguido pensiero.

    P.S. Che presuntuosa questa Romaguido! Vuol dare ad intendere che lei pensa. Sic!

  4. Forse abbiamo in comune una cosa entrambi nei nostri scritti, la voglia di credere nella speranza… saper vedere le cose, le persone, saper vedere se stessi in mezzo agli altri e… “solo imparando si trovano nuove vie”…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...