La forza della diversità

La diversità è una ricchezza … ma fa paura.

E’ in ogni cosa, eppure non sempre siamo pronti ad incontrarla. E’ strano perchè solamente dal confronto tra idee diverse può nascere una soluzione di un problema. La piattezza di un dibattito, la monotonia del concordare a prescindere, rende un grande danno alla società. Solo la nostra diversità è la nostra vera forza di esseri umani.

Ma il confronto con la diversità troppe volte spaventa perchè significa mettere in discussione le nostre certezze, i nostri limiti, la nostra stabilità quotidiana. L’apporto di ognuno è fondamentale per crescere la consapevolezza del nostro tempo. Non è il colore della pelle, la differenza di pensiero che può precludere la nostra libertà. Non è la critica costruttiva o l’incertezza di una nuova strada che può tenerci lontano dalla verità che cerchiamo o dal raggiungimento della nostra meta. Ci vuole necessariamente coraggio e volontà per affrontare la diversità. E probabilmente non basta. Serve anche uno spirito critico, una spiccata generosità d’animo ed una spontanea franchezza con noi stessi. Serve la curiosità del bambino e la saggezza del vecchio, agendo con l’indomito spirito del giovane.

A volte può essere la nostra diversità che ci spaventa e cerchiamo di nasconderla confondendoci in ciò che non siamo.

Ogni giorno la natura ci insegna che solo dalla diversità può nascere lo spettacolo della vita. Solo dalla diversità delle note nasce l’armonia di una musica. Solo dalla diversità delle parole nasce la storia di un libro. Ciò nonostante c’è la tendenza ad annullarsi nel simile, allargandone il gruppo ed isolando chi non ne appartiene. E’ nella logica delle cose avere affinità con chi condivide le nostre stesse idee e la nostra stessa visione; ma questo non significa tapparsi le orecchie se a parlare è il “diverso”. A volte c’è più verità nelle parole di un nemico!.

Pensa con la tua testa perchè tu sei diverso dagli altri. Parla con umiltà con chi vuole il dialogo ma non ha il tuo stesso pensiero. Accetta la diversità nel reciproco delle nostre libertà. Allora la siepe della paura non troverà la terra per attecchire. L’uomo è un animale da branco, ma come tale non deve appartenere ad un gregge. L’appartenenza è vera se è fondata sul rispetto, sul dialogo, sull’armonia, sull’empatia e tanto altro ancora. Altrimenti è solamente un colmare un vuoto interiore riempiendolo di sostanze altrui.

La diversità è la garanzia della nostra unicità e della nostra consapevolezza che ognuno può fare la differenza, in meglio si intende!.

Annunci

16 thoughts on “La forza della diversità

  1. Beh, spaziocorrente, stai affrontando dei temi davvero belli e profondi.
    Devo dire che sull’umiltà mi sono un po’ risentita: ho un tono un po’didascalico che a volte mi fa sembrare affetta da “maestritudine”, come dice un mio amico, ma in realtà in genere parlo come se parlassi a me stessa, quindi non mi ergo, almeno nel mio intimo, a depositaria della verità.
    Ammetto che l’altro giorno avrei dovuto rileggere il tuo post prima di commentarlo; ci ho pensato, ma poi la fretta (il multitasking sta contagiando perfino me ch l’ho sempre odiato!) mi ha portata a parlare di un dubbio che probabilmente la rilettura dell’articolo avrebbe potuto fugare.
    Oggi il tema mi appassiona ancora di più, adoro la diversità, l’apprezzo, cerco di avvicinarmici con la curiosità di un bambino.
    E dire che oggi cercano di relegare i “diversi” in ghetti che sarebbe stato impensabile immaginare solo dieci anni fa!

  2. Ho commentato il tuo post sul dialogo perchè lo ritengo connesso al discorso sulla diversità.
    Mi hanno ora colpito le tue parole quando affermi che “è come se parlassi a me stessa”. Beh, è quello che faccio io scrivendo, spero con l’umiltà di chi deve tanto imparare e sperando di non apparire depositario di verità che non ho. Però devo dire che il mio pensiero nasce sempre da un dialogo con qualcuno, e da lì la necessità di scriverlo come per specchiarsi nei propri pensieri. Il bello è che possono apparire lontani dalla realtà quotidiana, ma invece partono proprio dalle necessità contingenti (scuola, crisi economica, rapporti sociali, ecc). Come vedi il dialogo è un frutto del succo della vita: che ne sarebbe di monologhi sterili fini a se stessi ?. Grazie

  3. Corretto le imperfezioni!. Aggiornato l’orario!. Ora un bel respiro che la fretta è brutta consigliera. Ciao

  4. Condivido; ma anche i monologhi, in fondo, nascerebbero da constatazioni contingenti, dalla vita, dall’osservazione di noi stessi e degli altri, e se qui continuiamo a far andare le parole a fiumi (parlo per me) è perchè evidentemente vogliamo comunicare a qualcuno.i nostri pensieri e confrontarci con lui in un dialogo che, come dici tu, faccia crescere.
    Ultimamente, però, sto prendendo bacchettate qua e là;
    sarà colpa delle mie idee sulla Gelmini o mi tocca rivedere qualcosa?
    Grazie della correzione e del tuo intervento di là.

  5. Hai ragione: anche i monologhi hanno la loro funzione; l’importante è che non trascinino verso la spirale del nulla di fatto, nelle nebbie dei nostri dubbi, altrimenti lasciamoli stare.
    Se stai prendendo bacchettate, forse le hai meritate, o forse è perchè hai toccato nel punto giusto. A te la risposta, … che forse non arriverà subito ma sta sicura che la sai già!.

  6. bellissimo post!seguo passoindia ed eccomi approdata qui…la diversità è un dono,anche se si comprende con l’età,da giovani si cerca il gruppo a volte rinunciando alla propria unicità per non sentirsi isolati,ma col tempo essere se stessi diventa una priorità pur continuando a condividere e a dialogare…da oggi ti seguirò con grande interesse GIò

  7. Giò: è un post molto vecchio, eppure rileggendolo sembra scritto per il mondo di oggi. La diversità fa ancora molta paura e non è vista come risorsa ma come perdita e divisione. C’è ancora molto da fare, cominciando da noi stessi, dalla nostra diversità che troppe volte nascondiamo dietro una maschera.
    Grazie per aver condiviso.
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.